RIMED Management GmbH · Steinhauserstrasse 70 · 6301 Zug · Tel. +41 41 785 09 77 · Fax +41 41 785 09 78 · info@radnet.ch

icon

Radioscopia

La Radioscopia offre molti campi di applicazione nella diagnostica per immagini.

L'istituto dispone di un dispositivo di radioscopia completamente digitale a bassissime radiazioni della Siemens (Axiom Artis). Il dispositivo può essere inclinato. In questo modo gli esami sono possibili sia in posizione sdraiata che in piedi.

Grazie alla moderna tecnologia (metodo pulsato) l'esame è ad emissione di radiazioni molto basse.

Offriamo i seguenti esami:

  • Imaging con liquido di contrasto del tratto gastrointestinale:
    Vi verrà chiesto di mettere in bocca il mezzo di contrasto mentre siete in piedi o sdraiati e poi vi verrà chiesto di inghiottirlo. In alternativa, il mezzo di contrasto viene applicato anche tramite una sonda. A seconda del problema, verranno esaminati e valutati l'atto della deglutizione, l'esofago, lo stomaco, l'intestino tenue e/o il colon. Si possono diagnosticare malfunzionamenti come riflusso, costrizioni, diverticoli, fistole e cambiamenti delle mucose.
  • Imaging con mezzo di contrasto di fistole e cateteri
    Il mezzo di contrasto viene iniettato tramite una sonda/catetere per vedere la pervietà e l'andamento delle strutture.

  • Funzioni articolari diagnostiche e terapeutiche (ad es. terapia del dolore)
    In radioscopia, l'articolazione viene visualizzata e un ago viene inserito nell'articolazione sotto il controllo dell'immagine. Si può aspirare il fluido o iniettare un farmaco specifico. Questa procedura viene spesso utilizzata sull'articolazione della spalla, articolazione AC (clavicola), polso, gomito, dito, osso pubico, anca, ginocchio e piede.
  • Terapia del dolore dell'osso sacro e della colonna vertebrale
    Le articolazioni sacroiliache e la colonna vertebrale vengono visualizzate e il farmaco viene iniettato proprio nella regione infiammata.
  • Imaging vascolare e interventi (angiografie, PTA, posizionamento di stent, embolizzazione, ecc.)
    All'inizio il paziente viene informato dell'esame. In casi estremi, questo esame può durare diverse ore, durante le quali il paziente deve rimanere sdraiato in silenzio. Per rendere la procedura il più confortevole possibile, si utilizzano cuscini di posizionamento e schiuma. A volte è anche consigliabile prendere un antidolorifico. La procedura viene solitamente eseguita in anestesia locale attraverso un vaso (arteria) nell'inguine. Grazie all'accesso nell'arteria, l'esame e il trattamento sono ormai quasi indolori. Dopo l'intervento, i pazienti di solito rimangono in ospedale per qualche ora.